Header Image - Arianna Foscarini

Category Archives

36 Articles

Il Festival di SANREMO è famoso per i fiori e per gli occhiali

by Arianna Foscarini 0 Comments
Il Festival di SANREMO è famoso per i fiori e per gli occhiali

Manca pochissimo al via della manifestazione canora che grida “made in Italy” più di “Miss Italia”.

Il Festival di Sanremo, arrivato alla sua 70° edizione, è tutto: sono le scelte degli stilisti, gli outfit, gli occhiali dei protagonisti, le acconciature degli hairstylist, i fiori e cosa ancora?

Oddio, le canzoni!

Dal 1951 a oggi moltissimi cantanti hanno indossato gli occhiali più disparati, mitici quelli di Ruggeri quando con il trio Morandi e Tozzi hanno vinto con “Si può dare di più “. Era il 1987 e Ruggeri li indossava controvoglia i suoi occhialoni, era miope forte appena tre diottrie e mezzo e come lui stesso ha dichiarato sono sempre stati un problema gli occhiali, finché non ha deciso di operarsi.

Il trio Gianni Morandi, Umberto Tozzi e d Enrico Ruggeri, vincitori del festival con la canzone ” Si puo’ dare di piu’ ”, ritratti durante la premiazione. ANSA ARCHIVIO

Al tempo non c’erano molte scelte e posso capirlo.

Festival di Sanremo Arisa vincitrice Nuove Proposte 2009

Ti ricordi quando Arisa vinse Sanremo Nuove Proposte nel 2009? Tutti cantavano la sua Sincerità, ma a far notizia furono i suoi occhiali. Quando lo stesso modello venne indossato da Ugly Betty nessuno ci fece caso, poi arriva lei e quella montatura nera, grande e spessa ha fatto storia, perlomeno la sua.

Ecco come non farsi giudicare per come ti vesti

by Arianna Foscarini 0 Comments
Ecco come non farsi giudicare per come ti vesti

Ogni giorno, quando siamo difronte all’armadio per scegliere cosa potremmo indossare, ci prepariamo ad affrontare inconsapevolmente il giudizio degli altri.

I più attenti potrebbero persino captare il tuo umore a seconda del colore scelto o del tipo di outfit che hai deciso di indossare.

E’ più forte di noi, giudichiamo senza rendercene conto e chi sostiene il contrario mente.

Certo è una questione di gusti, per me è facile ammirare una cinquantenne che sceglie stoffe naturali, magari con tagli ricercati, un occhiale non comune, piuttosto che la stessa con minigonna e calze a rete.

Ecco come nasce una giornata mondiale partendo da un bufala.

by Arianna Foscarini 0 Comments
Ecco come nasce una giornata mondiale partendo da un bufala.

Sta diventando una vera e propria tendenza quella di identificare un giorno dell’anno per festeggiare i bioritmi della società odierna.


Esiste la giornata del sorriso, quella dell’abbraccio, quella del bacio e ora il 20 gennaio quella del “Giorno più triste dell’anno”.


E’ chiamato Blue Monday, come nasce e perché è diventata la giornata mondiale della tristezza?

SALDI: l’occasione di lasciare sugli scaffali gli occhiali scaduti

by Arianna Foscarini 0 Comments
SALDI: l’occasione di lasciare sugli scaffali gli occhiali scaduti

Le forze dell’attrazione si scatenano e ogni tentativo dal resistere sembra vano: sono partiti i SALDI!

Nessuno si opporrà tra te e l’occhiale che finalmente potrai sfoggiare, domani le tue amiche ti invidieranno.

Sembra tutto meraviglioso finché, giunta in negozio, il sogno svanisce.

Sullo scaffale l’occhiale che avevi adocchiato a Natale non c’è più.  

Possibile, proprio il tuo?

Ti senti la solita ottimista sfigata e pensi di aver perso l’ennesima occasione della tua vita. Ed è in questo stato d’animo che pur di “comprare un affare” ti porti a casa di tutto, il tutto che finirà abbandonato in un cassetto nel giro di un mese.

Ti voglio rassicurare, il più delle volte il tuo occhiale è sparito sì, ma dai saldi.

LA MIA RELAZIONE CON FOSKAP TO BE CONTINUED…

by Arianna Foscarini 0 Comments
LA MIA RELAZIONE CON FOSKAP TO BE CONTINUED…

Fine anno, tempo di bilanci.

Tempo di tirare le somme e guardarsi indietro per poi proiettarsi con fiducia ed entusiasmo sul futuro.

Com’è andato il mio 2019?

  • Ho coltivato le mie passioni, il mio lavoro e i miei affetti.
  • Ho viaggiato e curato la mia casa, il mio negozio e il mio studio.
  • Ho fatto crescere il mio progetto per rendere le persone felici di portare un paio di occhiali.
Foskap la prima consulenza d’immagine per occhiali

Quando è nato Foskap non sapevo come lo avrei nutrito, neppure se sarebbe cresciuto in salute, quello di cui non dubitavo era che ce l’avrei messa tutta per non deluderlo.

Con lui ho fatto le notti piccole per pensare come cambiare la consapevolezza alle persone che si affidavano a me, senza creare imbarazzo o delusioni.

Chi è la persona che sceglie un occhiale rosso? Leggi l’articolo e lo scoprirai

by Arianna Foscarini 0 Comments
Chi è la persona che sceglie un occhiale rosso? Leggi l’articolo e lo scoprirai

Lo diceva Carl Jung, la preferenza individuale per alcuni colori ha corrispondenza con la funzione che caratterizza il tipo psicologico: l’azzurro è il pensiero, il rosso il sentimento, il giallo l’intuizione e il verde la sensazione.

Il colore è legato quindi alla personalità al punto di diventarne espressione, immagine e caratterialità.  

Se penso al rosso sento tante emozioni, piuttosto ambigue, penso alle fiabe per esempio, in particolare a Cappuccetto rosso o la mela di Biancaneve non sono forse uno l’opposto dell’altra? Il buono e il cattivo.

Eppure è la vita perché è il colore del sangue, il fuoco, i confetti della laurea, i cartelli autostradali di attenzione, i cerimoniali religiosi, la passione, il Natale e il vino.

E’ un colore bellissimo e ho voluto approfondire perché ieri, durante una consulenza d’immagine per occhiali, la persona che avevo di fronte voleva a tutti i costi gli occhiali rossi.

Mi sono chiesta se facesse la scelta giusta, se corrispondesse alla sua personalità, così mi sono data da fare, ho cercato e studiato, sicura che aprendo i miei libri, tra le simbologie di qualche testo, avrei scoperto tanto di questo colore.

Se ti piace il rosso ti consiglio di leggere fino in fondo l’articolo, sono sicura che troverai qualcosa di molto interessante.

Scopri chi sei attraverso la psicologia del tuo colore secondo Foskap

by Arianna Foscarini 0 Comments
Scopri chi sei attraverso la psicologia del tuo colore secondo Foskap

Ciascun colore ha un significato ben preciso, si associa a una personalità e veicola un messaggio. È un potentissimo mezzo di comunicazione sottile ed elegante. Studi importanti sui rituali legati ai colore e al loro significato, vengono portati avanti da secoli ancora prima della nascita della psicologia.

Credo molto sulla valenza energetica e comunicativa dei colori, dedicando una sessione molto approfondita nella mia consulenza d’immagine per occhiali FOSKAP.

Il colore dell’occhiale è per forza di cose un veicolo di “trasmissioni dati” della tua personalità, soprattutto di quella che non vuoi far vedere.

Vuoi sapere di cosa si tratta?

PER ENTRARE NEL VIVO PARTIAMO COSI’

Dividiamo i colori in caldi, freddi e neutri e proviamo a definirli

  • I caldi è risaputo trasmettano energia, dinamismo e vitalità,
  • I freddi richiamano le sensazioni più riposanti, la serenità, la freschezza.
  • I neutri sono per così dire i più seri, eleganti, quasi composti e ti fanno venire in mente il senso pratico delle cose, la serietà.

Prima di decidere quali siano i tuoi colori, che scoprirai durante la tua consulenza d’immagine per occhiali, ti invito a leggere cosa dice di te il tuo colore preferito.

Sei convinto che ogni colore parli in modo diverso?

Io che amo il bianco non potrei mai pensare di cambiare il mio stile comunicativo indossando un occhiale nero, perché non esprimerei la mia essenza.

Il mio occhiale bianco mi ha aiutato a voltare pagina, mi ha liberato da vincoli e ostacoli e mi ha aiutato a fare quel salto nel nuovo che meditavo da tempo.

Ecco perché dobbiamo imparare a rispettare chi siamo, indossando i nostri colori e non quelli che non ci appartengono o dettati dalle tendenze, non credi?

Di seguito troverai la psicologia dei colori più comuni e se tra questi manca il tuo, prometto che ti darò informazioni durante la nostra consulenza.

Pronta?

Lo stile di ogni persona parte da una domanda: che colore sei?

INIZIAMO

SCOPRI CHE EFFETTO HANNO I COLORI SU DI NOI QUANDO SI SCONTRANO

by Arianna Foscarini 0 Comments
SCOPRI CHE EFFETTO HANNO I COLORI SU DI NOI QUANDO SI SCONTRANO

Che effetto ti farebbe vedere un rosso e un verde abbinati?

Un piccolo shock per gli occhi, uno scontro emozionale per i più, eppure questi due colori, se ben posizionati, possono dire la loro, anche alzando la voce.

Ti basti dare un’occhiata a questo quadro di Derain e osservare la sua ricerca accanita sul colore che, ti posso assicurare, André sceglieva e non buttava sulla tela a caso.

Andrè Derain

Certo, questo è il periodo dei Fauves, gli artisti facevano di tutto per impressionare con la pittura accostando colori complementari perché si accendessero tra loro.

A me si accendono lampadine che parlano di emozioni.

Queste scelte cromatiche vibrano e comunicano passione come l’amore e la felicità, mi trasmettono un animo forte e ben connotato. Eppure mi domando perché solo il pensiero di abbinare una giacca rossa con una gonna verde può impressionare?

E se i colori se la intendessero più di quello che noi pensiamo?

La responsabilità di essere un giudice, quando fai di tutto per non giudicare. Leggi cosa ho fatto il 10 ottobre.

by Arianna Foscarini 0 Comments
La responsabilità di essere un giudice, quando fai di tutto per non giudicare. Leggi cosa ho fatto il 10 ottobre.

Ricordo che quando ricevetti la telefonata dal responsabile “Premio Graziella Pagni” che mi nominava “giudice” dell’ Eyewear Design Award, mi lasciò senza parole, e tu che mi conosci, sai che questo è molto difficile mi succeda.

Io giudice di un premio importantissimo nel mondo dell’eyewear! Ne sarei stata all’altezza? Avrei fatto le scelte giuste? Io che professo il mantra “liberati dal giudizio” ogni giorno, avrei dovuto fare il giudice.

Dopo aver rimuginato a sufficienza e presa da un entusiasmo scoppiettante ho accettato di partecipare per due motivi:

  • Perché ogni esperienza che fai ti permette di crescere, come persona e come professionista
  • Perché non sai mai se riuscirai a fare qualcosa, se prima non la fai.

Le aziende partecipanti provengono da tutto il mondo, ho pensato a quanta creatività avrei visto servita su un piatto d’argento.

Entusiasta non vedevo l’ora arrivasse il 10 ottobre.

LO SHOPPING CHE RIDUCE L’ANSIA E’ QUELLO PENSATO

by Arianna Foscarini 0 Comments
LO SHOPPING CHE RIDUCE L’ANSIA E’ QUELLO PENSATO

Lo shopping calma l’ansia e aumenta l’autostima, a dirlo è stato un docente di marketing olandese, Rik Pieters, che ha definito questa forma di divertimento come antidepressivo e addirittura ansiolitico naturale.

In sostanza è la sensazione di benessere che favorisce lo sviluppo delle endorfine facendoci sentire in uno stato di estasi esplosiva.

Anch’io provo una sensazione di piacere quando faccio shopping, ma ti confesso che è cambiata da quando non spendo soldi per oggetti o abiti che non userei mai, che una volta acquistavo solo per impulso, per folgorazione momentanea del desiderio di possedere.

Non hai idea di quante persone ho incontrato che hanno acquistato occhiali che non hanno mai messo. Erano attratte dalla moda, dall’incoraggiamento delle amiche, dal colore pazzesco di stagione, dalla forma strana che poche avrebbero avuto il coraggio di sfoggiare.

Solo a casa si rendevano conto di aver fatto un errore e si sentivano sbagliate, occhialute e brette.