Header Image - Arianna Foscarini

Un occhiale sbagliato può farti invecchiare

Un occhiale sbagliato può farti invecchiare

Succede almeno una volta, a tutti noi, di fare acquisti compulsivi e rendersi conto di aver commesso un grande errore, solo dopo una settimana dal fattaccio.

Accade quando siamo attratti da una bellissima foto on line di una ragazza con addosso occhiali bellissimi e ci immaginiamo di fare lo stesso effetto quando vedranno te con gli stessi occhiali.

Allora cosa fai? Scarichi la foto e vai alla ricerca dell ‘occhiale che credi essere perfetto per te, cercando tra i vari siti.

Poi lo trovi e… papatatrac, lo acquisti.


Scopri i pregi e i difetti di un occhiale giallo e la sua personalità

Scopri i pregi e i difetti di un occhiale giallo e la sua personalità

Penso a un occhiale giallo o con le lenti gialle e subito immagino una ragazza giovane, spensierata e simpatica. Bisogna saperlo portare un occhiale di questo colore, non è per tutti, eppure basta che una Ferragni li indossi ed è subito mania.

Chiara Ferragni Instagram

Tu li indosseresti un paio di occhiali di colore giallo?

Innanzitutto è bene sapere che non sono una tendenza moda del 2020, questi occhiali sono evergreen, sarebbe meglio dire everyellow, comunque sia, ogni anno trovano il loro spazio negli scaffali degli ottici, il giallo è una proposta che non passa mai di moda.

PERCHE’ DOVRESTI SCEGLIERE UN OCCHIALE GIALLO?

Il colore è top per la prossima stagione, che sia nella montatura o nelle lenti scegli il colore e non sbaglierai.


Pregi e difetti di un occhiale blu e le sue 111 sfumature

by Arianna Foscarini 0 Comments
Pregi e difetti  di un occhiale blu e le sue 111 sfumature

Il colore blu ha rappresentato da sempre l’incognito, il mistero e la magia. E’ blu il cappello dei maghi, i capelli della fata turchina, le barbe e le parrucche degli antichi egizi, è il colore del cielo infinito, dell’immensità del mare, della veste di Maria Vergine.

PER QUESTO NE SIAMO ATTRATTI?

Una sera stavo guardando una puntata di Mad Man, la serie televisiva di cui un fan accanito è anche Barack Obama, e mi sono illuminata.

Un bimbo all’asilo chiede alla maestra: “Come faccio a sapere che il colore blu che vedo io è lo stesso che vedono gli altri?” La maestra non ha saputo rispondere, poi riporta l’accaduto aggiungendo che quel bambino l’aveva fatta pensare.


Cosa c’entrano le over 50 a Miss Italia?

by Arianna Foscarini 0 Comments
Cosa c’entrano le over 50 a Miss Italia?

Non è stato un concorso di bellezza per le over 50, perlomeno non si sarebbe chiamato Miss Italia, eppure tra il concorso più famoso del mondo e noi, un legame c’è stato.

Al Palazzetto dello Sport di Pozzoleone si è potuto assistere ad uno spettacolo dentro lo spettacolo.

Le protagoniste sono state senza dubbio le ragazze che partecipavano alla selezione di Miss Italia, giovani e stupende, ognuna con il loro sogno nel cassetto: essere un giorno proclamata la più bella d’Italia.

L’aria frizzante aveva scaldato il pubblico così quando a metà spettacolo siamo arrivate noi, l’atmosfera era già calda.

La musica inizia ad alzarsi, il ritmo è coinvolgente, il pubblico pensa di rivedere le loro Miss e invece hanno avuto una bella sorpresa.


I visionari sono i geni del nostro tempo.

by Arianna Foscarini 0 Comments
I visionari sono i geni del nostro tempo.

Sei mai stata definita una visionaria?

Se sì, come ti ha fatta sentire, una pazza o un genio?

Ti racconto la mia esperienza sui Visionari, alla fine capirai perché essere definita una visionaria è il più grande dei complimenti che ti possano fare.

Il 4 e 5 febbraio sono stata ospite di HOYA, partner di Ottica Foscarini per la scelta di lenti, leader mondiale d’eccellenza nel campo dell’ottica di precisione e oftalmica.

L’evento ha riunito a Milano, presso lo Sheraton Hotel, 250 ottici selezionati, provenienti da tutte le regioni d’Italia.

Due giorni intensi, ricchi di interventi e workshop, un evento unico nel suo genere a partire dal nome: I VISIONARI

Ormai mi conosci, non parto mai con preconcetti quando sono invitata a degli eventi importanti, questa volta però mi sono concessa il lusso di pensare che “Visionari” poteva derivare da visione, ma mi sono fermata lì.


Il Festival di SANREMO è famoso per i fiori e per gli occhiali

by Arianna Foscarini 0 Comments
Il Festival di SANREMO è famoso per i fiori e per gli occhiali

Manca pochissimo al via della manifestazione canora che grida “made in Italy” più di “Miss Italia”.

Il Festival di Sanremo, arrivato alla sua 70° edizione, è tutto: sono le scelte degli stilisti, gli outfit, gli occhiali dei protagonisti, le acconciature degli hairstylist, i fiori e cosa ancora?

Oddio, le canzoni!

Dal 1951 a oggi moltissimi cantanti hanno indossato gli occhiali più disparati, mitici quelli di Ruggeri quando con il trio Morandi e Tozzi hanno vinto con “Si può dare di più “. Era il 1987 e Ruggeri li indossava controvoglia i suoi occhialoni, era miope forte appena tre diottrie e mezzo e come lui stesso ha dichiarato sono sempre stati un problema gli occhiali, finché non ha deciso di operarsi.

Il trio Gianni Morandi, Umberto Tozzi e d Enrico Ruggeri, vincitori del festival con la canzone ” Si puo’ dare di piu’ ”, ritratti durante la premiazione. ANSA ARCHIVIO

Al tempo non c’erano molte scelte e posso capirlo.

Festival di Sanremo Arisa vincitrice Nuove Proposte 2009

Ti ricordi quando Arisa vinse Sanremo Nuove Proposte nel 2009? Tutti cantavano la sua Sincerità, ma a far notizia furono i suoi occhiali. Quando lo stesso modello venne indossato da Ugly Betty nessuno ci fece caso, poi arriva lei e quella montatura nera, grande e spessa ha fatto storia, perlomeno la sua.


Ecco come non farsi giudicare per come ti vesti

by Arianna Foscarini 0 Comments
Ecco come non farsi giudicare per come ti vesti

Ogni giorno, quando siamo difronte all’armadio per scegliere cosa potremmo indossare, ci prepariamo ad affrontare inconsapevolmente il giudizio degli altri.

I più attenti potrebbero persino captare il tuo umore a seconda del colore scelto o del tipo di outfit che hai deciso di indossare.

E’ più forte di noi, giudichiamo senza rendercene conto e chi sostiene il contrario mente.

Certo è una questione di gusti, per me è facile ammirare una cinquantenne che sceglie stoffe naturali, magari con tagli ricercati, un occhiale non comune, piuttosto che la stessa con minigonna e calze a rete.


Ecco come nasce una giornata mondiale partendo da un bufala.

by Arianna Foscarini 0 Comments
Ecco come nasce una giornata mondiale partendo da un bufala.

Sta diventando una vera e propria tendenza quella di identificare un giorno dell’anno per festeggiare i bioritmi della società odierna.


Esiste la giornata del sorriso, quella dell’abbraccio, quella del bacio e ora il 20 gennaio quella del “Giorno più triste dell’anno”.


E’ chiamato Blue Monday, come nasce e perché è diventata la giornata mondiale della tristezza?


SALDI: l’occasione di lasciare sugli scaffali gli occhiali scaduti

by Arianna Foscarini 0 Comments
SALDI: l’occasione di lasciare sugli scaffali gli occhiali scaduti

Le forze dell’attrazione si scatenano e ogni tentativo dal resistere sembra vano: sono partiti i SALDI!

Nessuno si opporrà tra te e l’occhiale che finalmente potrai sfoggiare, domani le tue amiche ti invidieranno.

Sembra tutto meraviglioso finché, giunta in negozio, il sogno svanisce.

Sullo scaffale l’occhiale che avevi adocchiato a Natale non c’è più.  

Possibile, proprio il tuo?

Ti senti la solita ottimista sfigata e pensi di aver perso l’ennesima occasione della tua vita. Ed è in questo stato d’animo che pur di “comprare un affare” ti porti a casa di tutto, il tutto che finirà abbandonato in un cassetto nel giro di un mese.

Ti voglio rassicurare, il più delle volte il tuo occhiale è sparito sì, ma dai saldi.


LA MIA RELAZIONE CON FOSKAP TO BE CONTINUED…

by Arianna Foscarini 0 Comments
LA MIA RELAZIONE CON FOSKAP TO BE CONTINUED…

Fine anno, tempo di bilanci.

Tempo di tirare le somme e guardarsi indietro per poi proiettarsi con fiducia ed entusiasmo sul futuro.

Com’è andato il mio 2019?

  • Ho coltivato le mie passioni, il mio lavoro e i miei affetti.
  • Ho viaggiato e curato la mia casa, il mio negozio e il mio studio.
  • Ho fatto crescere il mio progetto per rendere le persone felici di portare un paio di occhiali.
Foskap la prima consulenza d’immagine per occhiali

Quando è nato Foskap non sapevo come lo avrei nutrito, neppure se sarebbe cresciuto in salute, quello di cui non dubitavo era che ce l’avrei messa tutta per non deluderlo.

Con lui ho fatto le notti piccole per pensare come cambiare la consapevolezza alle persone che si affidavano a me, senza creare imbarazzo o delusioni.